Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Nuovi prodotti

12,00 €
12,00 €
16,00 €
16,00 €
13,00 €
13,00 €
13,50 €
13,50 €
22,50 €
22,50 €
11,50 €
11,50 €
15,00 €
15,00 €
20,00 €
20,00 €
20,00 €
20,00 €

"Contro te povero verme le lagnanze sono eterne", scriveva Toti Scialoja. Nello spirito del nonsense, con uno spiccato gusto della battuta, una raccolta di favole abitate da molti animali ma qua e là anche da qualche umano. La balena che si sente piccola, il cane poeta che recita la luna per le orecchie di una talpa, bambini fiori e bambini di traverso che bisogna proprio raddrizzare: una raccolta di favole del nostro tempo, in cui la morale è ribaltata e vince il paradosso o semplicemente la stravaganza dei punti di vista.

L'ironia delle illustrazioni di Harriet Russell ci porta alla scoperta del mondo marino con Disegnare in fondo al mare! Dalla superficie agli abissi, l'autrice traccia una rotta ben precisa che si muove fra creature immaginarie e informazioni utili per futuri lupi di mare. 40 gradi longitudine ovest e 40 gradi latitudine nord: ecco una nave pirata! 90 gradi longitudine est e 50 gradi latitudine nord: un elefante in alta marea! Una pagina dopo l'altra si svela la magia del mondo acquatico dove convivono creature microscopiche e balene giganti e dove le costellazioni sono formate da stelle marine. Un libro per vedere il Mare come non lo abbiamo mai visto. E insieme ad Harriet Russell immaginiamo anche quello che non c'è!

Siamo nel 1984. Alice è una studentessa inglese di diciotto anni; da grande vorrebbe fare la scrittrice, ma sta attraversando una fase punk con tanto di puntuta chioma verde. E i programmi scolastici che impongono la lettura dei romanzi di Jane Austen la trovano fredda, se non ribelle. Sua zia Fay le scrive così una serie di lettere, ravvivando la tradizione epistolare ormai desueta, per spiegarle le ragioni che rendono questa lettura non solo consigliabile, ma imperdibile, a diciotto anni in particolare. Nell'eco delle lettere indirizzate da Jane Austen stessa alla nipote, un messaggio di fede nell'arte della scrittura e nella capacità che i grandi romanzi hanno di parlare a tutti, sempre.

«Si salvi chi può!» «Tutti al riparo!» «Arriva il mostro!» Orsetto il Terribile si diverte a terrorizzare gli abitanti della foresta! Fino a quando non trova qualcuno più grande di lui

Non è solo un magnifico alfabeto illustrato ma un vero e proprio libro d’arte. Sonia Delaunay, pittrice in bilico tra belle arti e arti applicate, vicina al futurismo e alle avanguardie storiche del secolo scorso, nel 1970 con un entusiasmo incantatorio «dipinse» questo libro. Fu una sorpresa e un regalo all’infanzia, perché pochi sono gli artisti che comunicano la loro vera poetica al mondo dei bambini. Il successo fu enorme e ora lo riproponiamo nella versione originale, con le filastrocche popolari italiane che accompagnano le lettere dell’alfabeto. Ventisei icone che hanno anticipato il tratto grafico della pop art.

A TAAAVOLA! La minestra è pronta, ma il nostro protagonista non ha nessuna intenzione di mangiarla. «Se non mangi» lo minaccia la mamma, «sarà il lupo a mangiare te». E infatti «1... 2... 3! Lupo, a taaavola!». Peccato che il lupo non sia molto goloso di bambini. Ma se il lupo non vuole mangiare, ci penserà l’orco a farsi uno spuntino! «1... 2... 3! Orco, a taaavola!» grida la mamma. Ma anche l’orco ha dei gusti piuttosto insoliti... Ancora una volta Matthieu Maudet e Michaël Escoffier si divertono a ribaltare la prospettiva sul mondo dei bambini, sorprendendo il lettore con intelligenza e ironia. 

- 8 OTTOBRE - 

Mi piacciono molto gli animali e un giorno mi venne in mente di portare a casa tante lumache, ma come fare?

Mi venne un'idea. Andai in campagna da una mia amica e le chiesi un secchiello. Poi andai nel campo seguita da Claudia, la mia amica.

Lì presi molte lumache.

Poi venni a casa e appena la porta si spalancò tutti iniziarono a rimproverarmi, meno il babbo che mi propose di metterle in vasca da bagno. 

Una mattina il grillo non si alzò.

Tutto era come sempre: il sole nel cielo, l’erba nel prato, l’acqua nel fiume.

Ma quella mattina, il grillo non si alzò.

Il grillo non si alza nemmeno la mattina seguente, né quella dopo ancora. Il quarto giorno ci prova, per poi tornare a dormire. Preoccupati, i suoi amici si riuniscono, gli provano la febbre, lo spronano e lo motivano, e lì fuori, in breve tempo, è tutto un ammasso insopportabile di voci. Finché un giorno, a trovare il grillo arriva il Silenzio... 

Un bambino a cui si leggono libri con costanza, continuità e passione, non è detto sviluppi automaticamente amore per la lettura. Ma un bambino che ha la fortuna di avere accanto un adulti che legge per lui guadagnerà sicuramente uno sguardo attento, una mente pronta, una buona capacità di ascoltare e ragionare, una viva attenzione ai particolari, un linguaggio articolato, un lessico ricco, e , su tutto, la capacità di vedere le cose da molteplici punti di vista, e da molteplici punti di vista riflettere si di esse