Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Intervista alla casa editrice Kalandraka

Intervista alla casa editrice Kalandraka

Blog 0Commenti

Le nostre interviste del mese di Novembre!

Vi raccontiamo la casa editrice Kalandraka, ringrazio in anticipo Lola Barcelo per la sua disponibilità e gentilezza!

Come e quando siete nati?

La casa editrice ha iniziato il suo percorso in Italia nel 2008, sostenuta dall'esperienza della casa madre spagnola, sorta il 2 aprile 1998, Giornata Internazionale del Libro per Ragazzi, nella città di Pontevedra nell'estremo nordovest della Penisola Ibérica. Dal punto di vista legale e commerciale la Kalandraka Italia è una realtà indipendente con sede a Firenze.

Perché avete deciso di diventare editori per bambine e bambini e ragazze e ragazzi?

Prima ancora della casa editrice, Kalandraka era una compagnia di teatro per ragazzi attiva nella regione spagnola della Galizia. La grafia fu modificata scambiando la lettera ci con la

kappa, per rendere il nome attraente sui manifesti. Gli attori, provenienti da settori diversi - dal movimento di rinnovamento pedagogico e pediatrico, dall'Accademia di Belle Arti e dal

Conservatorio - scelsero il nome provocatorio di Kalandraka, un aggettivo che in galiziano significa “sbadato, chiassoso, chiacchierone”.

La compagnia teatrale diventò casa editrice tramite la promozione alla lettura dopo aver individuato i suoi componenti quanto fosse scarno il panorama editoriale per ragazzi nella

penisola Iberica.

Come si è evoluto il vostro progetto in questi anni?

Il progetto editoriale di Kalandraka è imperniato sull'albo illustrato, allo scopo di avvicinare la creazione artistica contemporanea ai lettori di qualunque età. Questo obiettivo viene

perseguito principalmente in due modi, da un canto attraverso una cura particolare all'adattamento di racconti tradizionali e dall'altro con la proposizione di testi di autori attuali.

Kalandraka ha uno speciale interesse nella ristampa dei libri illustrati classici il cui valore intrinseco influenza la costruzione intellettuale ed estetica dei piccoli.

https://www.mammachilegge.it/libri-per-bambini/eta-0-3/i-tre-porcellini https://www.mammachilegge.it/libri-per-bambini/eta-0-3/i-tre-porcellini

Come si evolverà secondo voi la vostra casa editrice, e più in generale l’albo illustrato in Italia?

Non lo so, magari avessi la sfera di cristallo!

Il settore dell'editoria ha vissuto un profondo cambiamento negli ultimi 30 anni. Negli anni novanta, le tipografie si sono drammaticamente trasformate grazie alla digitalizzazione dei documenti e di conseguenza le redazioni editoriali si sono snellite. Nell'ultimo decennio, invece, le tecnologie della comunicazione hanno modificato i canali di vendita e hanno reso possibile il feed back con i lettori.

Nel 2014 sembrava che le app per bambini avrebbero sostituito la carta, invece no.

Noi continueremo a lavorare sodo per i nostri lettori. Staremo a vedere se la carta mantiene il primato.

Tre parole che vi rappresentano e perché.

Piacere, diversità e lettura

  

Libro long seller. Quali sono i punti di forza di questo libro

"Orecchie di farfalla", è una celebrazione della diversità, della complicità tra figli e genitori, un testo pieno di sensibilità e forza letteraria che dialoga con il bambino per suggerire che la propria accettazione ci rende più sicuri.

https://www.mammachilegge.it/libri-per-bambini/eta-6-8/orecchie-di-farfalla https://www.mammachilegge.it/libri-per-bambini/eta-6-8/orecchie-di-farfalla https://www.mammachilegge.it/libri-per-bambini/eta-6-8/orecchie-di-farfalla

Libro del cuore quello a cui siete più legati (ancora in catalogo). Perché lo è?

Sarà ora e sempre il libro che deve ancora essere pubblicato.

Quali sono i tre titoli che hanno innescato il cambiamento per la casa editrice, perché?

Ancora non c'è stato nessun cambiamento. Ci manteniamo fedeli alla linea editoriale iniziale per consolidare il marchio editoriale.

C’è qualcosa che unisce i vostri progetti, qual è il fil rouge?

Noi della Kalandraka sosteniamo che gli argomenti dei libri per l’infanzia devono rispondere agli interessi profondi dei lettori. Gli editori dobbiamo stare attenti a raccoglierli liberi del

letteralismo, sempre nel rispetto della poetica dell’infanzia.

Consigli e suggerimenti per la scelta di un buon albo illustrato.

Lasciar parlare il bambino che c'è dentro di noi e ascoltare quello che è affianco di noi

Gli imperdibili per noi di Mammachilegge:

  1. CARI ESTINTI - Arianna Papini
  2. OH, COM'È BELLA PANAMA! - Janosch
  3. UNA STRANA CREATURA NEL MIO ARMADIO - Mercer Maye

Qui tutti i libri editi da Kalandraka