Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Libri per bambini sulla vita

Filtri attivi

  • Lingua: Italiano
15,50 €
15,50 €
In Stock
15,00 €
15,00 €
In Stock
14,90 €
14,90 €
15,00 €
15,00 €
16,00 €
16,00 €
13,00 €
In Stock
14,00 €
14,00 €
In Stock
13,00 €
13,00 €

Cosa significa nascere? Il mio primo viaggio è la storia del principio della vita umana narrata in prima persona dal protagonista: un bebè nel ventre materno. Un bebè che viaggia dentro quella che percepisce come una nave spaziale con cui si sposta in un universo sconosciuto. Sa di avere iniziato un viaggio ma non ne conosce la meta. Dentro la sua navicella, il battito del cuore materno, che interpreta come il suono dei motori, gli dà sicurezza.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

La piccola quaglia non ha mai covato un uovo e ne ha tanta voglia. Così, quando in un prato trova un sasso bello rotondo, ci si siede sopra. E intanto passano le stagioni

In Stock

Bambini e ragazzi sono aperti e fiduciosi, sono il futuro: le loro menti non vanno condizionate dagli adulti, ma lasciate libere di scoprire la magia della vita e accompagnate con amore. Questo è il messaggio racchiuso nel coraggioso incontro artistico di quattro tra i più bravi illustratori italiani con due straordinari autori della canzone italiana.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Un antico paese, coltivato a ulivi, e a sassi. Casa di un popolo antico. Un giorno, arrivano gli Stranieri. Di quella terra -abitata dai padri dei loro padri- rivendicano l’eredità. Cacciati e sparsi in tutto il mondo, oppressi e perseguitati per secoli, dopo aver tanto sofferto hanno deciso di ritornare. E, anno dopo anno, tornano sempre più numerosi. Un unico paese, per due popoli. Una guerra che li sfianca, e che impedisce di vedere i tratti comuni. E poi un muro che li divide. Un libro per tutti quelli che pensano che si è liberi solo se anche gli altri lo sono.

In Stock

Un papà è un abilissimo trasformista capace di passare, da un minuto all’altro, da angelo custode a nascondiglio perfetto, da dottore a tunnel... Un papà è un impareggiabile attrezzo multiuso, all’occorrenza sveglia, letto, giostra, ombrello... Un papà è utilissimo per fare un milione di cose: volare, scalare, giocare, cavalcare, ascoltare... Attraverso il testo scanzonato e musicale di Isabel Martins, e il segno elegantissimo di Bernardo Carvalho, un ritratto campionario, affettuoso e gentile, di tutti i papà che possono abitare in un uomo.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

I colori magici dell'autunno. Un padre, una figlia. E una giornata come tante che diventa un momento perfetto.

"Chiedimi cosa mi piace!

Cosa ti piace?

Mi piacciono le bestioline

Gli insetti? 

No le bestioline

Mi piacciono le farfalle

E le bestioline

Le lucciole? 

No, le bestioline luminose "

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Un albero si innamora di un bambino. Un bambino si innamora di un albero. L'albero gli regala i suoi frutti. Il bambino gioca con le sue fronde. L'albero lo ripara alla sua ombra. Il bambino cresce, diventa sempre più esigente. L'albero invece è sempre lì, immutabile e disponibile. Felicità, tristezza, amore avrebbero potuto essere sentimenti vissuti allo stesso modo da un uomo e da un albero, poiché entrambi sono parte della natura. Ma gli equilibri sono stati alterati e l'amore incondizionato, la capacità di donare e di accettare l'altro in qualsiasi fase della sua vita sono rimaste prerogative di pochi: dei veri eroi del nostro tempo. 

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

"Lascerò che il mio diario cresca come cresce il pensiero, come crescono gli alberi e gli animali, come cresce la vita. Chi l'ha detto che un libro deve raccontare una storia seguendo una monotona linea retta? Le parole dovrebbero vagare e serpeggiare. Volare come gufi, saettare come pipistrelli, scivolare furtive come gatti. Mormorare e urlare, danzare e cantare. A volte, invece, non dovrebbero proprio esserci parole. Solo silenzio. Solo puro spazio bianco."

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

«Voglio una treccia» dissi. Suonava folle persino a me, perché una treccia era roba da femmine e io ero un maschiaccio. Ma avevo deciso che farmi pettinare era un magnifico momento per costruire un legame madre-figlia. Non mi scoraggiai davanti alla riluttanza di Eloda Pupko. Volevo convincerla. Volevo lavorarla nel fianco. Ne avrei fatto una mamma.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Io non sono sempre stato io. Prima di essere me, non ero dentro me. Ero altrove. Altrove è tutto tranne me. Solo poi, sono diventato veramente io.

In questa storia, domande, dubbi e difficoltà assumono le sembianze di un orco. Bisognerà affrontarlo per trovare quello che si cerca. E quello che si troverà, alla fine, sono parole di tutti i colori. Per poter dire le cose, parlare di quello che fa paura. E parlare anche della felicità. Due autori di grande prestigio per un libro unico.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Nel suo quaderno, Matita HB – ovvero Tita – ci scrive tutto quello che vuole: le sue avventure di scuola, con la maestra inflessibile e quell’antipatica di Seppia Catarroni; i bigliettini, i patti e le ricette segrete che si scambia con Nora, la sua migliore amica; i giochi imprevedibili che fa con suo fratello; e anche quello che succede con Iacopo Donati (che, detto fra noi, le piace proprio tanto). Tita inventa storie e poesie, disegna, scrive lettere a se stessa da grande e adora il fumetto di Powercat, di cui saprebbe raccontare mille episodi. Insomma, questo quaderno racchiude la vita reale e immaginaria di una bambina come tante, talmente vivace e inarrestabile che non potrete fare a meno di volerle bene! 

In Stock

Una mattina, Omino fa la sua passeggiata. Ai bordi del sentiero, incontra una cosa. «Non aver paura», dice la cosa. Si fa presto a dire..., pensa l’omino. «Chi sei?» domanda educatamente. «Sono Dio» «Sei Dio? Il DIO? Non ti immaginavo assolutamente così.» Ha inizio così il dialogo fra Omino e Dio. Intorno a loro, una natura animata dal soffio vitale che trascorre in ogni cosa. Sotto gli occhi del lettore, la bellezza del creato si tinge dello splendore della presenza divina. Finché, al termine della giornata, viene il momento degli addii: Omino e Dio si lasciano. Ognuno per tornare ai propri luoghi, pieno del mistero insondabile dell’incontro con l’altro.

In Stock

Un bambino si prepara alla partenza. Non sappiamo dove sta per andare. Ma sappiamo che è un posto lontano. I preparativi sono scrupolosi, sembrano seguire un rituale preciso, meticoloso, che coinvolge la mamma, il papà e perfino il gatto. Un piccolo libro affettuoso che può accompagnare ogni notte i bambini verso il sonno. Che può insegnare l’importanza dei piccoli, affettuosi rituali familiari per superare le prime difficoltà. Buon viaggio, piccolino! 

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Il libro apre nella penombra, dove una bambina, ancora assonnata, si stropiccia gli occhi e osserva la neve – probabilmente la sua prima neve! - dalla finestra.
Da lì a poco, indossati stivali, sciarpa, guanti e berretto, in compagnia del suo fedele cagnolino bianco, parte all’avventura attraversando la città, fino ad arrivare in un bosco abitato da tanti animali nascosti, che chiedono di essere scovati dal nostro sguardo. Motore di questo viaggio onirico è una palla di neve dalla quale la bambina non stacca mai gli occhi tanto è intenta a farla crescere sempre di più, un passo dopo l’altro. Il testo essenziale, adatto anche ai più piccoli, è ricco di onomatopee che sottolineano i gesti della protagonista, accompagnandola in un’avventura emozionante: la magica scoperta della prima neve.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino