Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Libri per bambini sull'umorismo e barzellette

Filtri attivi

  • Parole chiave: Crescita
12,00 €
12,00 €
La spedizione del libro partirà 4/5 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!
12,50 €
La spedizione del libro partirà 5/6 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!
15,00 €
15,00 €
In Stock
16,00 €
16,00 €
In Stock

“Chi cercherà di trovare uno scopo in questa narrazione sarà perseguito a termini di legge; chi tenterà di trovarvi una morale sarà esiliato; chi cercherà di trovarvi una trama sarà fucilato.” L’eloquente avvertenza dell’autore dà inizio alle rocambolesche avventure di Huck, ragazzino selvatico che, lontano anni luce da ‘certi bambini’ dei nostri giorni, allegramente sfugge a quanti lo vogliono sfruttare o civilizzare, lungo il Mississippi fino all’Ohio e ancora più a Nord. Un’America indimenticabile, di cow-boys e pistoleros, battelli a vapore e schiavisti, che Mattotti colora da western on the road. Sarà dunque lautamente ricompensato chi cercherà di ritrovare in questo libro il piacere della lettura. E della libertà.

In Stock

"Un tempo avevo paura di rimanere in casa da sola, ma ora non più, perché Pippi è con me" ha scritto ad Astrid Lindgren una bambina giapponese. "Pippi Calzelunghe" è un libro conosciuto in tutto il mondo e tradotto in 54 lingue, di cui l'ultima dell'elenco è lo zulù. Anche voi troverete in Pippi una compagna forte, allegra, furba e ricchissima; vive sola a Villa Villacolle e non ha paura di niente: sta benissimo anche senza genitori, perché così nessuno le dice quando è ora di andare a letto o le insegna le buone maniere, che non servono a nulla se non si è veramente generosi. E Pippi, appunto, lo è. Leggete le sue avventure e vi sentirete, come lei, tanto forti da sollevare un cavallo

La spedizione del libro partirà 4/5 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!

Per bambini che farebbero di tutto pur di mangiare il loro dolce preferito! Un libro per giocare con i NO dei bambini. 

La spedizione del libro partirà 5/6 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!

Nel suo quaderno, Matita HB – ovvero Tita – ci scrive tutto quello che vuole: le sue avventure di scuola, con la maestra inflessibile e quell’antipatica di Seppia Catarroni; i bigliettini, i patti e le ricette segrete che si scambia con Nora, la sua migliore amica; i giochi imprevedibili che fa con suo fratello; e anche quello che succede con Iacopo Donati (che, detto fra noi, le piace proprio tanto). Tita inventa storie e poesie, disegna, scrive lettere a se stessa da grande e adora il fumetto di Powercat, di cui saprebbe raccontare mille episodi. Insomma, questo quaderno racchiude la vita reale e immaginaria di una bambina come tante, talmente vivace e inarrestabile che non potrete fare a meno di volerle bene! 

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Questa è la storia paradossale di un bambino che attraverso i libri, la televisione, il computer sa bene cos’è una bicicletta o un’anatra, sa disegnarle, sa risolvere problemi e recitare a memoria le definizioni, però non sa andare in bici né ha mai visto da vicino una papera!! Allora cos’è che la scuola dovrebbe insegnare? Un libro che farà divertire i bambini e che farà interrogare i grandi su cos’è più importante imparare a scuola, e su come conoscere e capire il mondo attorno a noi.

In Stock

Una mattina Samuel si sveglia e si ritrova trasformato in un ippopotamo gigantesco! Il letto è diventato troppo piccolo per lui che pesa addirittura 538 chili e a peggiorare le cose, durante la notte, gli è spuntato anche un baffo! Come farà ora ad andare a scuola? Il riferimento a Kafka è immediato e fa parte del gioco, ma Tanto tanto grande è soprattutto una metafora visiva, colorata e ironica sui cambiamenti legati alla crescita e sui sentimenti di paura, insicurezza e sorpresa che essi suscitano.

In Stock

“Voglio dire, proseguì la nonna, che le cose man mano rimpiccioliscono e poi ci sfuggono, e che quello che era tanto piacevole non significa più nulla e ci si sente impoveriti. E ingrati, in qualche modo. Si dovrebbe comunque poterne sempre parlare”.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino