Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Articoli recenti

Libri per Bambini e Ragazzi sull'immaginazione

E se cerchi altri libri per stimolare l'immaginazione del bambino, visita la nostra sezione dedicata ai silent book per bambini.

Filtri attivi

16,00 €
16,00 €
In Stock
15,00 €
In Stock
18,00 €
18,00 €
In Stock
14,00 €
14,00 €
In Stock
14,00 €
In Stock
9,00 €
9,00 €
In Stock
19,00 €
19,00 €
In Stock
18,00 €
18,00 €
La spedizione del libro partirà 5/6 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!
16,00 €
16,00 €
In Stock
16,00 €
16,00 €
19,50 €
In Stock

In una fantastica soffitta volante abitavano un tempo due bizzarri personaggi: François Baul e Jean Pierre Trombon. Il signor Baul, cercatore di oggetti stravaganti, per tenere sveglio l'amico dormiglione gli raccontò un giorno una buffa storia. Nel remoto regno di Calcea gli abitanti erano scarpe. Tutti erano molto eccitati perché di lì a poco dalla Regina e dal Re sarebbero nati due principi calzini. Grande fu la delusione quando nacque un solo Pedalino che, rifiutato dai genitori e dai sudditi in quanto spaiato, decise di andarsene per il mondo in cerca di se stesso... 

In Stock

In ogni clic ho salvato i momenti passati insieme in questo pomeriggio che, senza che ce ne accorgiamo, sta già finendo. 

In Stock

Dicono che ho un amico immaginario.

E che questa è un'amicizia impossibile.

"Cerca di non pensare all'orso bianco..." mi ripetono.

"... Impossibile", rispondo.

Pubblicata per la prima volta in Italia la giovane autrice e illustratrice catalana in un albo finora inedito. Il testo e le illustrazioni potenti e dallo stile inconfondibile svelano il grande talento di Eva e la sua capacità di creare mondi con sensibilità e ironia.

In Stock

Nel mondo esistono due tipi di abitanti. Quelli di sopra e quelli di sotto. Quelli di sopra vivono come quelli di sotto. E quelli di sotto come quelli di sopra, però al contrario... Una celebrazione della libera convivenza dei cittadini al di là dei confini.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

In una cittadina grigia piena di gente grigia, l'operaio di una fabbrica di ombrelli osa non rispettare le regole e produrre un ombrello giallo nonostante il nero sia il colore egemone nella catena di montaggio. Il racconto di Joel Franz Rosell rivendica, dunque, la libertà e la creatività rispetto alla routine e alle convenzioni. 

In Stock

Prima di addormentarsi, la nonna cucinava, leggeva e raccontava storie; poi ha cominciato a fare delle cose strane... Uno splendido libro per tutte le nonne e i nonni che dimenticano, per tutti i bambini e le bambine affezionati ai propri nonni e nonne. 

In Stock

Chi non ha avuto paura alcune notti? E succede che, qualche volta, delle strane creature notturne si nascondano dentro gli armadi e da lì ci spaventino. Questa storia ci insegnerà a scacciarle.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

A metà strada fra sogno e realtà, i rumori di tutti i giorni sono trasformati da Andy Goodman in illustrazioni lievi e essenziali: dal fruscio impalpabile dell'aquilone al ticchettio metallico dell'orologio, dalle note acute di una tromba al fischio del treno che accelera. Dal piano al forte e poi di nuovo al silenzio, C'era un gran silenzio è un'improvvisazione spontanea dell'immaginazione, un inventario dedicato a suoni e rumori ma soprattutto al silenzio che riempie gli spazi fra di loro, a partire dal quale la fantasia può inventare. Nel crescendo di suoni e sensazioni, le dimensioni del testo assecondano il loro dilatarsi fino al silenzio finale, che risolve la catena delle immagini in modo inatteso...

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

In queste pagine assolutamente bianche non si vede nulla, ma si sa che c’è una bambina tutta vestita di bianco, sperduta nella neve. Si sa che c’è una nonna, una mamma, un lupo. Si sa che c’è una panchina di pietra nel piccolo giardino coperto dalla neve, ma non si vede niente, non si vede la cuccia del cane, non si vedono le aiuole non si vede niente, proprio niente, tutto è coperto dalla neve. “Mai vista tanta neve”.

In Stock

Tra invenzioni tipologiche e sperimentazioni materiche, negli ultimi anni il vaso da fiori è stato al centro del territorio di lavoro di designer, architetti e artisti: una tipologia di oggetto che da qualche tempo viene sempre più reinterpretata e ripensata, fra una tradizione millenaria di oggetto quotidiano e la sua rilettura nel paesaggio contemporaneo. Sessanta fra i migliori progettisti internazionali maestri storici e giovani già affermati, si sono confrontati con un oggetto tipicamente "decorativo" ma destinato a ospitare a sua volta i "progetti" della natura (i fiori, appunto) e la loro bellezza. Il volume è il catalogo della mostra di Milano (Museo Poldi Pezzoli, 7 aprile - 9 maggio 2011).

In Stock

Henri va a Parigi è la storia di un ragazzino che abita a Reboul in Francia e che sogna di andare a Parigi. Un bel giorno, decide di raccogliere le sue cose e partire per la grande città, ma, lungo la strada decide di stendersi sotto un albero a riposarsi un po'. Da questo momento, il viaggio di Henri prenderà tutta un'altra direzione.

In Stock
18,00 €

Quando le sue onde giocano e poi si ritirano, il mare lascia sulla spiaggia le conchiglie che portava con sé: una sorpresa inattesa! Questo libro è la storia dell'incontro di una bambina con il mondo del mare: prima osservato curiosamente dall'esterno, poi sfiorato timidamente e infine "giocato" fra spruzzi e scherzi, con la compagnia di un buffo gruppo di gabbiani. Fino a quando i loro mondi si incontrano con un'onda che colora tutto di azzurro, e si possono raccogliere le conchiglie come il regalo di un nuovo amico. Le illustrazioni di questo libro sono state realizzate con carboncino e colori acrilici, e rielaborate digitalmente.

La spedizione del libro partirà 5/6 giorni dopo aver effettuato l'acquisto!

Un filo senza fine lega fra di loro un infinito alfabeto di oggetti, da un minaccioso alligatore ad un timido xilofono, dalla luna nella notte stellata al caldo sole del giorno. Seguendolo nel suo imprevisto viaggio, il lettore curioso incontrerà oggetti e animali rimasti annodati nel filo, che si succedono nell'ordine alfabetico delle loro iniziali in inglese. Dopo aver indovinato e scoperto, pagina dopo pagina, le classiche e spontanee illustrazioni di un colore fresco e vivace, si ritroverà ogni oggetto in un elenco finale, accanto alla sua traduzione italiana: un modo inatteso e divertente di iniziare a conoscere una nuova lingua.

In Stock

Stufo della sua routine nella savana, un grosso leone, curioso e solitario, decide di mettersi in viaggio in cerca di un lavoro, un amore, un avvenire. E arriva a Parigi.

Parte così il racconto che Beatrice Alemagna dedica al Leone di Belfort, la scultura di Frédéric Bartholdi (lo stesso della Statua della Libertà), che dal 1880 domina la Piazza Denfert-Rochereau, ed è uno dei simboli della capitale francese. "Mi sono chiesta perché quel leone sia tanto amato dai parigini. Credo che sia perché sembra così felice, lassù dove si trova" spiega l'autrice. Una storia surreale, tutta affidata alla forza evocativa delle enormi immagini e ai collage, che mescolano la forza visionaria di una storia fantastica agli squarci sulla routine di una Parigi sulle prime disinteressata al nuovo arrivato. 

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

E' la storia di una goccia. Una goccia d'acqua potabile. E' una storia corta. Oggi è un giorno come un altro. Una goccia esce dal rubinetto. Per prima cosa si allunga, poi si gonfia come un palloncino.

In Stock

Billy è un tipo un poco pensieroso. Fa così tanti brutti pensieri che non riesce a dormire. Per fortuna la nonna sa proprio quello che ci vuole per aiutarlo a superare le sue paure. E una volta conosciuto il segreto della nonna, Billy scopre che non ha più motivo per stare in pensiero. 

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

Le bambine di Heidelbach hanno le idee chiare (qualcuna aspira a diventare papa, qualcun’altra, previdente, si arma di fionde, coltelli e accette per guardare la tv) e sono alquanto intraprendenti: esplorano a fondo il loro piccolo mondo fatto di cassettiere, divani, tappeti, armadi, letti, librerie, e mettono a frutto qualsiasi cosa capiti a tiro – scatole di cartone, piante, asciugacapelli, coltelli, cuscini, peluche, pettini, martelli, e tanti tanti animali, veri o immaginari. Con chirurgica precisione Heidelbach descrive gli spazi in cui le bambine vivono – salotti, bagni, cucine, stanze essenziali senza adulti,  e in cui danno sfogo a tutta la loro creatività. E con pari meticolosità descrive gesti e mimiche, pettinature e vestiti tutti diversi e lontani dall’omologazione di marca.

Non ci sono abbastanza prodotti in magazzino

I bambini di Heidelbach esplorano il loro piccolo mondo e la vita con grande attenzione e spesso restano perplessi di fronte alle inaspettate scoperte. C’è chi si esercita a morire, chi fa i conti con la propria sessualità, chi si aggira scanzonato per la città e chi è più meditabondo. Con chirurgica precisione Heidelbach descrive gli spazi in cui i bambini vivono – salotti, camerette, marciapiedi, cortili, spazi essenziali senza adulti, in cui i bambini danno sfogo a tutta la loro immaginazione. E con pari meticolosità descrive gesti e mimiche, pettinature e vestiti tutti diversi e lontani dall’omologazione di marca. I bambini di Heidelbach sono tutti riconoscibili, e ogni immagine racconta un’intera storia che ne svela carattere, aspirazioni, piccole e grandi crudeltà. 

In Stock