Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Rrose Selavy

Rrose Selavy Casa editrice e libri per bambini

La data di nascita di una casa editrice coincide forse con la pubblicazione del suo primo libro. Per noi è novembre 2012. Le intenzioni risalgono a molti anni prima. Bisogna mettere insieme desideri, velleità, entusiasmo, progetti, altruismi, narcisismi, azzardo, del denaro per iniziare, ottimismo. Lista lunga.

13,00 €
13,00 €
14,00 €
14,00 €
14,00 €
14,00 €
13,00 €
13,00 €
14,00 €
14,00 €

Un pulcino appena nato va in cerca di un amico con cui giocare, ma non sa che aspetto possa avere. "Che cos'è un amico?" chiede agli animali che incontra. Ognuno gli risponde a modo suo, regalandogli un oggetto che gli è caro. Però il pulcino, tutto solo, non sa bene cosa farne. Solo quando troverà qualcuno con cui condividere quei doni - giocando a beccare il sasso di sale, a riempire d'acqua la conchiglia, a far rotolare il gomitolo con la piuma, a costruire castelli di terra, e a farsi il solletico con il cerfoglio - capirà davvero cosa vuol dire avere un amico. Questo racconto è un delicato viaggio nei significati dell'amicizia. Chiara, che lo ha scritto, e Pia, che lo ha illustrato, hanno preso spunto dalla loro amicizia, cresciuta anche attraverso i libri che hanno realizzato insieme

Elsina (che diventerà la grande scrittrice Elsa Morante) è una bambina molto brava a scuola ma alunna pestifera, ribelle in famiglia e sempre arrabbiata con tutti. Però si sta dalla sua parte perché detesta recitare in pubblico le poesie che già compone precocissima, si sta dalla sua parte quando ruba le polpette ai fratelli per darle ai cani randagi. E il suo grande segreto cos'è? Andiamo a scoprire cosa accade nella sua stravagante famiglia, e chi sono davvero il papà Augusto, lo "zio" Ciccio, la mamma Irma, i fratelli Aldo e Marcello, il cane randagio e la gattina che fa le puzzette. Una storia più che mai attuale, che ci racconta anche delle difficoltà in cui si trovano a volte i bambini di fronte ai pasticci creati dai loro genitori.  

Giacomo Leopardi, da bambino, era un vivacissimo regista e attore. Eccolo allora - in questo spassoso e poetico racconto - nel ruolo di un eroe greco, oppure nella parte di un pastore che non smette mai di camminare. E c'è il teatro con i burattini scansafatiche, che il signor bambino vuole svegli per andare a combinare qualche scherzetto. E c'è la storia esilarante dell'insopportabile minestra che rattrista la tavola, e quindi Giacomo ne organizza una delle sue, con la complicità del fratello Carlo e della sorella Paolina. E c'è un cassetto magico, che usa il cuoco di famiglia, con dentro delle meraviglie tutte da scoprire.

Introduzione di Mario Martone

L'asina acquaiola, il calabrone tranquillo, il cane ottimista e il cane malinconico, il canarino dispiaciuto, la capra vanitosa, l'elefante che non c'entra niente, la faina migrante, la farfalla pigra, la formica svogliata, la gallina contestatrice, il gatto snob, il maiale che nessuno ha ammazzato, la mosca pessimista, il passero schizzinoso, il ragno disoccupato, la rana giocattolo, la vacca sedentaria, il verme domandone, la serpe sfortunata, la volpe solitaria, il topo sognatore. Questi animali hanno qualcosa da raccontarci. Ci dicono, soprattutto, come la pensano. Con rabbia, malinconia, ironia, simpatia e con sincerità. Un testo molto utilizzato nelle scuole primarie e secondarie, per laboratori di scrittura e disegno.  

Non disponibile

Maffin, un quattordicenne mingherlino, per una catena di strane circostanze, si ritrova a fare qualcosa che nessuno alla sua età normalmente farebbe. Gli è stato affidato un compito difficile e pericoloso: consegnare un orologio speciale, che non deve mai andare né avanti né indietro, altrimenti il tempo si scombussola, un ricordo diventa un fatto che stai vivendo e forse quello che stai vivendo lo vedi come fosse ciò che dovrà accadere. Nel suo viaggio Maffin dovrà affrontare una banda al servizio di un “ladro del tempo”. Ad aiutarlo ci saranno Angelo Vlad detto Radar (camionista visionario e ribelle), un cane e tre aquile reali. Ma il tempo, per un difetto dell’orologio, si scombussola comunque e la storia diventa un’altra, anzi diventa tante altre storie. 

Pablo il cane, Annia l'anatra muta, Quintina la puledra, Concetta paperina. Nei quattro racconti di Stefania Scateni troviamo gli stessi animali che Esopo immaginava 2500 anni fa. Pablo abbaia soltanto e si fa capire benissimo. L'anatra Annia è muta, ma l'usignolo Farid la capisce, così come la puledra Quintina sa ascoltare i pensieri di Pino, il bambino cieco, e vuole mostrargli una terra meravigliosa. Concetta Paperina parla anche col mondo vegetale. I protagonisti di questi dolci e fantastici racconti - nel divertimento della lettura e nella meraviglia delle illustrazioni - ci insegnano che non dobbiamo fermarci alle apparenze. Occorre scavare in profondità, partecipare della complessità del mondo, cercare e sentire l'invisibile ai nostri occhi.

Introduzione Ascanio Celestini