Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies.

.

Associazione Hamelin

Associazione Hamelin: libri per ragazzi e bambini

Creata a Bologna nel 1996, Hamelin è un’associazione culturale che mette in relazione promozione culturale e vocazione pedagogica, lavorando in particolare con bambini e adolescenti attraverso la letteratura, il fumetto, l’illustrazione e il cinema.
Al centro delle attività di Hamelin ci sono le storie, considerate uno strumento di sopravvivenza, di crescita e di scoperta della realtà.  L’associazione nasce dalla convinzione che leggere sia un atto fondamentale che porta a una ricerca di senso, di sé e del mondo che ci circonda.
Hamelin organizza percorsi di lettura e laboratori di fumetto per le scuole, conferenze e corsi di aggiornamento per insegnati, bibliotecari e genitori, mostre e progetti didattici. Cura inoltre il progetto nazionale di promozione della lettura “Xanadu. Comunità di lettori ostinati”, la rivista “Hamelin. Storie figure pedagogia” e BilBOlbul Festival internazionale di fumetto.

12,00 €
12,00 €
12,00 €
12,00 €
12,00 €
12,00 €
16,00 €
16,00 €
14,00 €
14,00 €

Qual è la situazione attuale? Come la si può leggere? Quali le questioni più urgenti? E quali sono i romanzi, gli albi illustrati, i fumetti, i film fondamentali dell’anno appena trascorso?

La copertina e la quarta sono di Simone Rea. Le illustrazioni interne sono di Andrea Petrucci.

In questo numero:

– Scrivere per ragazzi • Melvin Burgess

– E se ci alleassimo? Il mondo che cambia e la ricerca di nuovi compiti generazionali • Stefano Laffi

– I ragazzi ci devono sorprendere alle spalle • Christian Raimo

– Adolescenti. Una storia naturale • David Bainbridge

– Il morso storto della strega. Conversazione su lettura e adolescenti • Nicola Galli Laforest e Nicoletta Gramantieri

– A cosa serve acculturarsi? • Marie-Aude Murail

ADOLESCENZA

– “La parola chiave” – Rap italiano per non-praticanti • Emanuele Rosso

– I sonnambuli. Adolescenti smarriti nel cinema degli anni 2000 • Lorena Maiura

CINEMA

– A sessanta centimetri da terra • Giulia Tudori

NADIA BUDDE

RITRATTO

– Luca Di Sciullo

LETTURE

– Venti suggerimenti di romanzi, saggi, albi illustrati, fumetti, film

Questo numero si pone l’obiettivo di “fare il punto” sulla situazione dell’albo illustrato e dell’illustrazione in Italia oggi. Gli indubbi progressi dell’affermazione dell’albo negli ultimi quindici anni spesso ci hanno portato a mettere in evidenza libri, editori, autori e stili e a lodare gli evidenti miglioramenti. Pure la sensazione è che ora ci sembra inutile, se non controproducente, continuare sulla scia dell’entusiasmo della novità, ma sia piuttosto necessario fermarsi e cercare di leggere con lucidità, dal punto di vista critico, i risultati effettivamente raggiunti, le criticità, i nuovi fronti verso cui è necessario lavorare.

La copertina e la quarta sono di Lilli Carré. Le illustrazioni interne sono di Nazli Tahvili.

GRANDI SCRITTORI PER GIOVANI ADULTI
Chissà dove se ne vanno le anatre d’inverno, quando il lago ghiaccia. È uno dei tormenti del giovane Holden, segnale della sua attenzione al mondo, dell’istinto al farsi domande, e del desiderio di rendersi utile, lui che ha come aspirazione l’essere un “acchiappatore nella segale”, e frenare i bambini che corrono nella direzione sbagliata. Il romanzo di Salinger è rimasto per decenni una bandiera generazionale, e ha contribuito ad aprire una strada che con questo volume abbiamo provato a seguire. In questi anni la narrativa “per giovani adulti” vive nel nostro paese una vistosa esplosione, è il settore in più rapida crescita.

La copertina e la quarta sono di Anna Deflorian. Le illustrazioni interne sono di Andrea Settimo.

LA SFIDA DI RACCONTARE L’INFANZIA

Ma davvero è possibile catturare l’autenticità dell’infanzia? Questo è l’interrogativo che ha guidato la costruzione di questo numero della rivista e ci ha portato da una parte a scavare nel passato, alla ricerca e analisi di altre rappresentazionei dell’infanzia che sono diventate codice genetico del nostro immaginario, dall’altra di riconoscere e segnalare quegli autori che, oggi, perseverano nel tentativo di catturarla nelle pagine e di cercare lì i propri lettori.

La copertina e la quarta sono di Anouk Ricard 

Non disponibile